Per smaltire sfalci e potature si può adottare un cassonetto. I primi 44 sono in arrivo

A partire dai primi giorni di luglio a Faenza saranno installati 44 nuovi contenitori per la raccolta di sfalci e potature. I nuovi cassonetti potranno essere aperti con una chiave e saranno destinati esclusivamente a chi ha un giardino e ha aderito al progetto “Adotta un cassonetto”.

Per ogni cassonetto è necessaria la richiesta di almeno 30 utenze residenti nelle vicinanze. La gestione e lo svuotamento dei cassonetti saranno curati da Hera con frequenze stabilite. È responsabilità di chi adotta il cassonetto prendersene cura e segnalare prontamente eventuali usi impropri.

Come funziona

Fino al 31 agosto sarà attivo il link per richiedere l’attivazione del servizio e ricevere la chiave di apertura dei cassonetti. Dal 1° settembre saranno definite eventuali ulteriori postazioni, sulla base delle nuove richieste pervenute.

Gli utenti che hanno compilato il form entro il 17 maggio potranno ritirare le chiavi presso l’infopoint attivo nelle prime due settimane di luglio in piazza della Libertà a Faenza (2, 4, 9 e 11 luglio dalle 16 alle 20; 6 e 13 luglio dalle 8.30 alle 12.30). Durante questo periodo, il personale di Hera sarà disponibile a fornire supporto a coloro che incontrano difficoltà nell’accesso al form online.

Coloro che prenoteranno entro il 31  agosto potranno ritirare le chiavi indicativamente verso metà settembre presso ulteriori infopoint che saranno organizzati.

Restano invariati gli altri servizi di smaltimento

Il progetto “Adotta un cassonetto per sfalci e potature” è una soluzione che si aggiunge nello smaltimento di questo tipo di rifiuto alle modalità standard, ovvero:

  • esposizione fino a 4 sacchi di massimo 10 kg ciascuno per foglie e sfalci, assieme al bidoncino marrone per l’organico consegnato dagli operatori in fase di distribuzione;
  • ritiro gratuito fino a 3 metri cubi su appuntamento (prenotabile tramite call center o app Rifiutologo);
  • conferimento presso la stazione ecologica (via Righi, 6, Faenza)

La novità è l’effetto di una sondaggio che il Comune ha realizzato nelle zone residenziali Borgo Durbecco, Centro Storico, Granarolo, Reda, Borgo  Tuliero e Santa Lucia per valutare, insieme ai cittadini, l’opportunità di attivare il progetto sperimentale. A seguito dell’interesse mostrato dai cittadini il Comune ha deciso di proseguire.

Le casette per i non residenti

Altra novità è l’installazione di tre casette informatizzate dedicate ai non residenti, accessibili tramite Tessera Smeraldo, per consentire il conferimento dei rifiuti domestici (indifferenziato, organico, carta e cartone, plastica e lattine e vetro) in ogni momento. Le postazioni sono collocate in:

  • piazzale Pancrazi
  • via Fornarina, nel parcheggio del Centro commerciale Borgo
  • parcheggio del Centro commerciale Le Maioliche, via Bisaura

Per saperne di più

Per informazioni chiamare il Servizio clienti Hera 800.999.500, numero gratuito da rete fissa e mobile, attivo dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 22 e il sabato dalle 8 alle 18, oppure scaricare la app “il Rifiutologo”, disponibile anche on-line su www.ilrifiutologo.it e integrata con Alexa, l’intelligenza artificiale di Amazon.

Nonostante l’avvio dei nuovi servizi di raccolta porta a porta, previsto inizialmente per febbraio 2023, abbia subito ritardi a causa dell’alluvione che ha colpito la città, posticipando l’implementazione a settembre 2023, i dati del primo trimestre 2024 mostrano una crescita costante nelle percentuali di raccolta differenziata con una media del 77,3% nel primo trimestre 2024 rispetto al 64% del 2023.

© Riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *